Proprietà degli oli da bagno

TEA TREE (Albero del Te)
Il Tea Tree, è stato usato per secoli dagli aborigeni dell’Australia nella loro medicina e oggi è soggetto a diverse ricerche in ambito internazionale.
L’olio ha proprietà antivirali e antibatteriche che lo rendono utile in una vasta gamma di condizioni: problemi di pelle grassa, dermatite, acne, ferite, eritemi solari, malattie del cuoio capelluto, dolori artritici, contusioni, macchie della pelle, herpes, candida, cistite, igiene dentale, (gengivite, ascesso), punture di insetti, mal di gola, tosse, sinusite, influenza, vene varicose, malattie infettive; aumenta la resistenza alle infezioni e rafforza il sistema immunitario. E’ molto usato per la produzione di cosmetici per la pulizia della pelle grassa e impura. Contro il mal di gola, si possono fare gargarismi con tre gocce di essenza diluita in un cucchiaio di aceto di mele o di vino bianco, da versare in mezzo bicchiere di acqua. (Oppure, una o due gocce associate a Eucalipto e limone.) In seguito, si può fare un massaggio locale con dieci gocce di Lavanda e dieci di Tea Tree, diluiti in un oli di base. Nelle infezioni ginecologiche, unire due o tre gocce all’acqua della vasca. Per le ferite e le punture di insetti, una o due gocce sulle parti interessate. La Tea Tree si utilizza anche per i parassiti di piante e animali e le formiche. Quattro cinque gocce diluite in 200 ml di acqua e spruzzare su piante, animali o insetti. Lavanda e Tea Tree, sono gli unici oli che si possono usare puri sulla pelle senza essere diluiti in un olio di base.
E’ un olio completo che non deve mancare in nessuna abitazione e per tutti i casi, si può unire qualche goccia all’acqua del bagno.

BASILICO
Il Basilico è antidepressivo, facilita la digestione e la concentrazione, allevia l’ansia e la stanchezza fisica e psichica, è utile nello studio.
E’ il miglior tonico per il sistema nervoso. Indicato per indigestione, infezioni intestinali e bronchiali, depura reni e intestino. Per la nausea, il vomito, il singhiozzo, sinusite, otite, mal di testa. Regola il ciclo mestruale e si usa per i muscoli stanchi e indolenziti. Per capelli deboli e la caduta, mescolare dieci gocce di basilico con dieci di Rosmarino in cinquanta ml di olio base, passare sui capelli, lasciare in posa e lavare. In caso di raffreddore e tosse, fare inalazioni di vapore con due gocce di olio di Basilico, due di Eucalipto, e due di Tea Tree o Limone, o versarli nell’acqua della vasca da bagno. Non si usa puro sulla pelle, può irritare la pelle sensibile, è meglio controllare se è tollerato. Per molti aspetti, è simile alla menta, entrambi sono utili in caso di vomito, indigestione e svenimento. Nel bagno, rinfresca, comunicando alla pelle una sensazione di caldo e freddo insieme. L’effetto caldo-freddo, è simile a quello della menta che però è più fredda.
Nelle malattie dell’apparato respiratorio, è meno efficace dell’Eucalipto.
L’azione del Basilico, assomiglia a quella del Timo, ma con caratteristiche meno marcate. Il Basilico va usato quando i disturbi dipendono dalla psiche.
Conferisce splendore all’incarnato, perché ha un effetto stimolante sulla pelle. L’azione del basilico è potenziata dalla combinazione con altri oli. Si può associare a Bergamotto,Geranio, Lavanda, Melissa, Neroli, Salvia Sclarea, Sandalo.

CIPRESSO
Il Cipresso regola tutti gli eccessi del corpo, in particolare quello dei fluidi e per questo motivo giova alla pelle matura. E’ utile come deodorante per la traspirazione dei piedi e la sudorazione eccessiva (ideale il pediluvio con tre gocce di Cipresso e tre di Pino).
L’essenza di cipresso è indicata per i dolori reumatici, crampi muscolari, tosse, asma, bronchite, influenza, frena tutti i flussi, comprese le emorragie, la diarrea, le mestruazioni abbondanti e la minzione involontaria.
Aiuta la circolazione lenta, vene varicose, capillari rotti (non massaggiato, ma nel bagno). E’ diuretico ed efficace per la cellulite. Rischiara la mente, Favorisce la meditazione e il rilassamento, è antidepressivo, attenua la tensione nervosa, l’ansia, lo stress. E’ utile nel lutto e nei cambiamenti di lavoro, nei traslochi, nella fine di relazioni, nei problemi della menopausa.
Regola il ciclo mestruale ed è sconsigliato in gravidanza e in caso di pressione alta. Si miscela bene con: Ginepro, Pino, Legno di Sandalo, Salvia Sclarea. E’ un olio da bagno rilassante e rinfrescante; è un profumo maschile che piace anche alle donne.
I greci e i romani, piantavano i cipressi nei luoghi di sepoltura.

EUCALIPTO
L’Eucalipto è l’albero più alto del modo (fino a 150 m). E’ indicato per le affezioni respiratorie, della gola, raffreddore, sinusite, asma, bronchite, influenza, polmonite. Cicatrizza le ferite e le affezioni della pelle: herpes simplex e zoster. In dosi elevate, può irritare la pelle. Indicato per carenze circolatorie, piedi stanchi, vesciche. Ha proprietà antivirali, si usava per il colera, il tifo, la varicella, la malaria, il morbillo, la cistite.
E’ indicato per la disinfezione dei locali in caso di malattie contagiose e per morsi dei serpenti. E’ repellente per insetti se mescolato con Lavanda e Bergamotto. Non deve essere usato da chi ha la pressione alta e soffre di epilessia. E’ diuretico e indicato in caso di ritenzione dei liquidi.
E’ utile per dolori reumatici e muscolari, artrite reumatoide; abbassa la temperatura corporea in tutte le febbri. Distruggere i germi e i batteri.
Il potere battericida e la sua efficacia in molte malattie, deriva dal potere battericida dell’ozono che si sviluppa durante l’ossidazione di alcuni suoi Terpeni. E’ un depuratore del sangue ed è utile in tutte le sue infezioni.
Usato con Limone e Ginepro, allevia reumatismi e artrite reumatoide.
E’ usato in Odontoiatria e Veterinaria e si trova in molti prodotti farmaceutici.
Altre miscele: Bergamotto, Lemongrass, Melissa, Pino Silvestre, Rosmarino.

GERANIO
Il Geranio è calmante e antidolorifico, indicato per tutti i disturbi di origine più nervosa che fisica: mal di testa, ansia, stress, depressione, nevralgie.
E’ calmante e stimolante come il Bergamotto. Come il Basilico e il Rosmarino, stimola la corteccia surrenale che produce ormoni equilibranti e sessuali;
è utile nella scarsa produzione di androgeni ed estrogeni della menopausa. Equilibrante ormonale, stimola la produzione di adrenalina, alza la pressione.
E’ indicato nei problemi di pelle, acne, eczema, ustioni, herpes. Da tono e colorito a tutti i tipi di pelle, è astringente come il cipresso. Giova in tutte le calcolosi. Aiuta fegato e reni a eliminare le tossine, fluidifica il sangue.
Tiene lontane le zanzare.Si combina con tutti gli oli, in modo particolare con gli agrumi, la Rosa, la Camomilla romana, Ginepro, Lavanda, Neroli, Rosmarino, Salvia…
Tonificante e sedativo del sistema nervosi, rilassa in un bagno caldo, dà energia in un bagno più fresco.

GINEPRO
Il Ginepro, il Pino e il Cipresso, ci danno un olio da bagno rilassante, rinfrescante e stimolante, per la stanchezza, lo stress.
Il Ginepro agisce sui disturbi del sistema nervoso, ansia, affaticamento mentale e nevralgie. Le proprietà del Ginepro sono simili a quelle del Cipresso. Il Cipresso è astringente e calma gli spasmi muscolari, mentre il Ginepro è più efficace come diuretico e depurativo. Entra nel sangue velocemente ed è catturato dai reni che espellono una quantità di acqua superiore alla norma. Il Ginepro agisce sulla pelle, negli apparati digerenti e urinari, sul sangue e sul sistema nervoso. E’ più diuretico del Sandalo ed è un rimedio per le infezioni del tratto urinario: cistite, ritenzione di urina, calcoli renali. Per coliche, meteorismo, dolori addominali.
E’ un ottimo rimedio dei dolori reumatici, crampi, sciatica, gotta, gonfiori, favorisce l’espulsione dell’acido urico. E’ ottimo per le vie respiratorie, le malattie da raffreddamento, la tosse. Disintossica il fegato, l’intestino, regola l’appetito. Attiva la circolazione e depura il sangue.
E’ astringente e antibatterico, tonifica la pelle grassa ed è utile per eczema e dermatiti, acne, psoriasi, seborrea. Accresce l’autostima e sostiene lo spirito in situazioni impegnative. Da solo si usa per trattare l’indigestione, i disturbi nervosi, la ritenzione idrica, reumatismi e alcuni problemi di pelle (micosi) Diluito in acqua, disinfetta la casa. E’ da evitare da chi ha problemi renali e in gravidanza. In dosi elevate, può irritare la pelle, quindi, è più indicato per maniluvi e pediluvi. Miscele: Bergamotto, Cipresso.

LAVANDA
La Lavanda è una delle sostanze aromatiche più usate nel bagno dagli antichi romani e oggi è la più utilizzata, fra gli oli essenziali.
La Lavanda, come la Camomilla, è molto utile nei disturbi di origine nervosa.
Favorisce il sonno e il riposo, si usa per il mal di testa, l’isterismo, la paralisi, l’epilessia, l’ansia, l’irritabilità. Esercita un effetto normalizzante come il Geranio. Favorisce il rilassamento e regola la respirazione. Riporta in equilibrio tutti gli apparati del corpo. Stimola la secrezione della bile e favorisce la digestione dei grassi. Abbassa la pressione e previene le palpitazioni. E’ efficace per la ritenzione idrica ed è anticellulite.
La Lavanda è particolarmente efficace se usata con un altro olio e i suoi effetti ne sono potenziati. Si usa per problemi di pelle grassa e secca, delicata, psoriasi, eritema solare, macchie, acne, afta, eczema cronico, vesciche, funghi, ferite. Stimola lo sviluppo delle cellule e regola la produzione di sebo se usata insieme al Bergamotto. E’ un agente di ringiovanimento. Aiuta a curare ascessi e tagli. La Lavanda stimola la crescita dei capelli ed è utile nei casi di alopecia e forfora, inoltre, per nausea, vomito, flatulenza, cistiti, dolori muscolari, reumatismi, distorsioni, cellulite, difficoltà respiratorie, influenza.
Come antinfiammatorio, si usa diluito all’uno per cento, nei dolori reumatici e muscolari in concentrazione del due-quattro per cento. Nelle malattie della pelle, si può mescolare con la Camomilla, perché è meno tossita di questa.
Il bagno o il pediluvio alla Lavanda, elimina stanchezza fisica e psichica.
La Lavanda neutralizza il veleno dei serpenti e della maggior parte di tutti gli insetti. Per un Tonico purificante, mescolare 60 ml di aceto di mele e 60 ml di acqua con dodici gocce di olio essenziale di Lavanda. Miscele con altri Oli: Bergamotto, Camomilla, Gelsomino, Geranio, Ginepro, Limone, Neroli, Maggiorana, Rosa, Patchouli, Pino Silvestre, Rosmarino, Salvia sclarea.

LIMONE
L’olio essenziale di Limone è un potente disinfettante e battericida.
E’ un tonico cardiaco e circolatorio che può abbassare la pressione sanguigna. Fluidifica il sangue. E’ utile per l’arteriosclerosi, il diabete e i disturbi renali, artriti, reumatismi, obesità, cellulite e tessuti congestionati. E’ un buon detergente per la pelle grassa, attenua rughe, acne, lentiggini e macchie della pelle. Si può usare da solo nei problemi di reumatismi, artriti, disturbi digestivi, gotta, ritenzione idrica e bassa tonicità della pelle; forfora. Stimola la produzione dei globuli bianchi e rossi. Inalato, aiuta ad arrestare emorragie nasali. Migliora la digestione e diminuisce l’’acidità del contenuto gastrico ed equilibra il grado di acidità del corpo. Aiuta a depurare fegato e reni. E’ utile nelle ulcere, gotta, calcoli renali e biliari, infezioni polmonari. L’olio di limone si usa nei casi di insufficienza circolatoria ed epatite, malattie infettive, otite, palpitazioni, sudorazione eccessiva, allergie, calli, fragilità capillare. Attenua la tosse, il raffreddore, l’ influenza e la febbre, perché abbassa la temperatura corporea. Ravviva le pelli opache ed aiuta a rimuovere le cellule morte. Attenua le cicatrici e rinforza le unghie. Allevia la sindrome premestruale e lo stress, aumenta la concentrazione. Gli antichi egizi usavano l’olio di Limone per l’intossicazione da carne o pesce. E’ anche un buon repellente per gli insetti. Miscele con altri oli: Camomilla romana, Eucalipto, Finocchio, Geranio, Ginepro, Incenso, Lavanda, Menta, Neroli, Rosa, Ylang Ylang, Zenzero.

MAGGIORANA (Origanum Majorana)
L’olio essenziale di Maggiorana è indicato come antidepressivo e stimola le funzioni del sistema nervoso. Indicato per l’isteria, la debilitazione fisica; per il raffreddore e il mal di testa, l’insonnia e le vertigini.
L’olio di Maggiorana è riscaldante, ammorbidisce giunture rigide e muscoli induriti; è utile per le contrazioni e gli strappi muscolari, nei dolori reumatici, nelle distorsioni, nei dolori articolari e lombari, nei torcicollo e nei tic.
L’effetto riscaldante è notevole ed è utile per tutte le parti del corpo colpite da raffreddamento. Aiuta a sciogliere il muco dai bronchi e allevia i sintomi di asma, bronchite e sinusite. Abbassa la pressione. Stimola la digestione.
Frena un eccessivo impulso sessuale. Regola il ciclo mestruale.
E’ efficace per il mal di mare. Libera il corpo dalle tossine. Favorisce il riassorbimento del sangue nelle contusioni; dilata arterie e capillari e migliora la circolazione periferica. Per massaggi contro la depressione, associare Maggiorana e Ylang Ylang: sei gocce di ognuno in cento ml di olio di base. Come miscela rilassante, armonizza con Bergamotto e Lavanda. Associazioni con altri oli: Camomilla, Cipresso, Rosmarino.
Nei prodotti da toeletta, e in medicina, era usato anche dagli antichi greci.

MENTA
La Menta è stimolante del sistema nervoso, è indicata per nevralgie e debilitazione generale, affaticamento ed eccessiva attività mentale.
Favorisce la digestione; è indicata per nausea, mal di stomaco, flatulenza, mal d’auto e alitosi, la tosse secca, ed è utile nelle intossicazioni. Per i disturbi digestivi, era usata anche dagli antichi greci e romani. E’ utile per il sistema circolatorio e le varici; è antinfiammatoria e calma gli spasmi, decontrae i muscoli.
E’ indicata nelle mestruazioni dolorose e scarse; aiuta a dissolvere i calcoli renali e biliari.
L’olio di Menta era impiegato per problemi respiratori e contro il catarro e la tosse, il raffreddore e la sinusite, la polmonite, l’influenza; i mal di testa, dovuti a cattiva digestione o alterazione del fegato. E’ indicato per le irritazioni cutanee e le infiammazioni della pelle e del cuoio capelluto, contro gli acari. Se ne potrebbe assumere qualche goccia al posto dell’aspirina con notevole vantaggio per lo stomaco. (Gli oli per uso interno, vanno assunti con un poco di miele, ma per questi casi è opportuno rivolgersi a produttori affidabili e a personale del settore) Per le irritazioni cutanee, deve essere diluito a meno dell’uno per cento. L’olio per bagno, è molto rinfrescante e adatto al periodo estivo. L’olio essenziale di Menta, favorisce la concentrazione ed è indicato per aromatizzare ambienti di studio e lavoro e si può mettere nei diffusori per aromi anche insieme al Limone. E’ repellente per gli insetti e le formiche. Nelle miscele, si armonizza con Limone e Rosmarino.

PINO (Pinus Sylvestris)
Il Pino è diuretico, stimola la produzione d’adrenalina e alza la pressione.
Da solo si usa per le infezioni, la ritenzione idrica, i reumatismi, il raffreddore, e la stanchezza. Associato all’Eucalipto, è utile per la tosse, la bronchite e la sinusite. L’olio di Pino, per il suo profumo fresco, è aggiunto spesso ai prodotti da bagno. Ha proprietà antibatteriche, antireumatiche e antinevralgiche.
Altre utilità: allevia le difficoltà respiratorie; depura i reni e può essere utile per la cistite, l’epatite e i problemi della prostata.
Può agire come stimolante delle ghiandole surrenali e rivitalizzare il corpo.
E’ riscaldante o rinfrescante, secondo i bisogni del corpo. E’ indicato nei casi di sudorazione abbondante e stimola la circolazione. Le proprietà riscaldanti, possono dare sollievo a reumatismi, sciatica, artrite. Aiuta in caso di difficoltà digestive. E’ utile per l’infiammazione della cistifellea e contro la formazione dei calcoli. E’ equilibrante per la pelle: ha effetto positivo per psoriasi ed eczema.
E’ efficace per le micosi del “piede d’atleta” che si possono prendere camminando scalzi su pavimenti umidi di bagni e piscine e si manifesta con screpolature e secrezioni acquose tra le dita. Da sollievo alle menti affaticate ed è utile se si prova senso di insicurezza e debolezza fisica e mentale.
E’ indicato nei casi di nevralgie e di esaurimento nervoso. L’aroma del Pino ricorda visioni di immense pinete ed infonde senso di libertà. L’olio di Pino è estratto da aghi, pigne e ramoscelli. Le sue proprietà aiutano la ripresa dopo una lunga malattia. Gli altri oli di pino possono essere tossici ed è sempre meglio citare il nome botanico. Si sconsiglia l’uso dell’olio di Pino Silvestre sulle pelli sensibili dei bambini e degli anziani.
E’ da evitare anche in caso di pressione alta, perché è un blando ipertensivo.
Miscele con altri oli: Cipresso, Eucalipto, Lavanda, Rosmarino, Tea Tree.

ROSMARINO
Il Rosmarino stimola la produzione d’ormoni surrenali; è antibatterico e decongestionante. Applicato da solo è indicato per raffreddori, infezioni, dolori reumatici, artrite cervicale, gotta, ustioni e ferite, spossatezza ed eccesso di grassi nei tessuti.
E’ antidolorifico per i dolori muscolari in combinazione con la Maggiorana.
E’ stimolante cardiaco, normalizza la pressione. E’ utile per affezioni respiratorie, bronchite cronica, tosse e raffreddore.
Decongestionante del fegato, è utile in caso di epatite e cirrosi. E’ utile per i geloni e i problemi digestivi, infezioni intestinali e può avere un effetto positivo sull’anemia, per la cellulite e l’edema; c’è chi ritiene che sia anche afrodisiaco. E’ d’aiuto per combattere ritenzione idrica, oliguria, mestruazioni scarse e crampi. Rassoda la pelle flaccida, grazie alla sua azione astringente. Il Rosmarino è utile per l’acne e la pelle grassa; per la ricrescita e i capelli grassi con forfora. Utile per vene varicose e gambe gonfie e stanche.
Per l’affaticamento mentale, e la memoria; è stimolante del sistema nervoso centrale, libera la mente, combatte l’apatia; è fortificante. Favorisce la concentrazione ed è utile negli ambienti di lavoro. Come il Basilico, agisce sulla corteccia cerebrale. Alcuni autori lo segnalano anche per gli occhi deboli:
“procura una vista chiara”. E’ un ottimo cardiotonico e giova nei disturbi cardiaci di origine nervosa, palpitazioni. L’olio di rosmarino aiuta a normalizzare il tasso di colesterolo nel sangue. Donna Isabella, regina d’Ungheria, lo usava in un’acqua ringiovanente per il viso che includeva anche: Limone, Neroli, Melissa, Menta Piperita. Miscele consigliate: Basilico, Geranio, Melissa, Limone, Pompelmo. Le combinazioni si fanno anche secondo i propri gusti.

SALVIA SCLAREA
La Salvia Sclarea ha proprietà simili a quella comune, ma è più usata, perché meno tossica della Officinale. Ha affinità col sistema riproduttivo femminile ed è equilibrante naturale del sistema endocrino. E’ benefica per disturbi mestruali e della menopausa; per le infezioni della gola e delle vie respiratorie, attenua le infiammazioni cutanee e il gonfiore.
Allevia spasmi muscolari, mal di schiena, rigidità e crampi.
Ha proprietà rigeneranti e stimola la crescita dei capelli; è indicata per quelli grassi con forfora, limita la produzione di sebo. E’ utile per superare gli stati di ansia nelle situazioni stressanti. Aiuta a ricordare i sogni con chiarezza.
Suscita euforia e in dosi elevate, può provocare sonnolenza e difficoltà di concentrazione, mal di testa. E’ da evitare prima di mettersi alla guida.
Associata all’alcool, può provocare nausea. Come il Ginepro e la Salvia comune, l’olio di Sclarea è un tonico generale e i suoi effetti si notano a livello di nervi, stomaco, reni, e dell’utero. Bastano dosi minime per produrre effetti euforizzanti. E’ afrodisiaca, ma questo è collegato al potere euforizzante.
Agisce sul sistema nervoso ed è raccomandata ai soggetti deboli, timorosi e convalescenti. Giova in tutti gli stati di “debolezza”: fisica, psichica, mentale e nervosa. E’ utile negli stati depressivi e nella mancanza di iniziativa, nell’apatia, nella paranoia, nell’isterismo. Alcune sperimentazioni hanno dimostrato che la Salvia è ipotensiva, in pratica, tende ad abbassare la pressione. E’ un efficace tonico delle funzioni sessuali femminili in generale, forse, perché come la Salvia comune, contiene estrogeni. La Salvia Sclarea, rinforza i reni e lo stomaco. Si armonizza con l’olio di Ginepro, Lavanda, Sandalo. Si può miscelare anche con: Bergamotto, Cipresso, Geranio, Pompelmo.

TIMO
Il Timo, ha proprietà antivirali, antibiotiche, antisettiche e diuretiche e si dovrebbe utilizzare con una notevole cautela. L’uso eccessivo, può stimolare la tiroide e il sistema linfatico. Non va mai applicato puro sulla pelle e per i bambini è indicato solo il tipo Linaiolo (bianco). Ne esistono più specie.
E’ ipotensivo, abbassa la pressione. Il Timo è usato da solo per la stanchezza e i disturbi digestivi, dolori reumatici e rigidità articolari, infiammazioni della pelle, parassiti intestinali, verruche e morsi di serpenti. Il timo scoraggia ogni tipo di parassita ad entrare in casa. E’ utile per la bronchite, l’asma, la sinusite, anemie, disturbi circolatori, perdita di capelli, depressione. Nervosismo per gli esami, digestione lenta, affaticamento generale. Per problemi di pelle: eczema, acne infetta, psoriasi. Mal di gola, influenza, polmonite, raffreddore.
E’ riscaldante ed è utile in tutte le parti del corpo colpite da raffreddamento.
E’ un olio molto completo. Si miscela con gli stessi oli della Maggiorana.
Bagno caldo contro l’influenza. Quando si avvertono i sintomi dell’influenza, fare un bagno caldo con cinque gocce di Tea Tree, due di Lavanda e due gocce di Timo bianco. Spruzzare le camere con Timo e Lavanda.

 

OLI DA NON USARE IN GRAVIDANZA:
Basilico, Ginepro, Maggiorana, Salvia, Timo, Rosmarino.

Bibliografia:
R. Tisserand “Manuale di aromaterapia”
C. Walters “Aromaterapia”